Articoli relativi a ‘impianti a biomassa’

Honduras: impianto a biomasse alimentato da “erba re”

L’industria tessile dell’Honduras ha in programma di puntare sulla biomassa per ridurre – e in prospettiva eliminare – la dipendenza dalle forniture elettriche della rete pubblica. L’obiettivo è di contrastare la crisi determinata dai crescenti costi dell’energia e anche di migliorare la qualità delle forniture, oggi soggette a frequenti interruzioni.
Lo ha dichiarato Jesus Canahuati, direttore della honduregna Asociación de Maquiladores (imprese tessili) annunciando la realizzazione di impianti a biomassa per 70 MW, in grado di coprire circa il 25% dei 300 MW impegnati dal settore nelle zone industriali del nord, e precisamente di Choloma, Buena Vista, Green Valley e Gildan. I nuovi impianti sono di tipo termoelettrico e prevedono di bruciare come combustibile l’ “erba re”, diffusa in tutto l’ovest del Paese. Si tratta di una pianta tropicale perenne che può raggiungere i 3 metri di altezza, con un gambo simile a quello della canna da zucchero. Il vantaggio economico sarebbe rilevante. Secondo le stime fornite da Canahuati, il chilowattora ottenuto con impianti alimentati dall’ “erba re” presenta un costo inferiore del 30% rispetto alle tariffe praticate attualmente dalla Compagnia Elettrica Nazionale. La costruzione degli impianti avrà inizio nel prossimo mese di febbraio e richiederà 20 mesi di lavoro. Il passo successivo è quello di puntare sull’autosufficienza energetica dell’intero comparto tessile, realizzando (nei prossimi 10 dieci anni) una potenza a biomassa di circa 1.000 MW, alimentata da coltivazioni dedicate di “erba re”, realizzate da circa 2.500 piccole e grandi aziende agricole, in grado di creare nelle zone rurali quasi 20.000 nuovi posti di lavoro.

Fonte: LaStampa